New Deal

E' tempo di riscrivere la storia di questo Paese. Via le caste politiche, via chi resiste al cambiamento, rimandiamo al mittente l'esternalizzazione dei costi. Ci vuole un nuovo Rinascimento (arte, cultura, società), uno o più progetti per una nuova cittadinanza. Spazio alla creatività e alle forze fresche. Spazio alla vera e libera informazione. Tra il reale e l'irreale c'è una porta: quella porta siamo noi.

Wednesday, November 29, 2006

The Picture of Modern Gray



Datemi una tela nuova e colori più vivi, voglio disegnare l’oggi, l’ovvio, l’osmotico rapporto tra energia e la sua dissipazione. Voglio pastelli, roba naturale, non voglio contaminazioni con metalli. Voglio parlarvi del futuro promesso, negato, rubato.
No, non sono pazzo, solo diverso. Da te, da tutti gli altri che seguono la moda. Tutti uguali per essere diversi…. camminano sui marciapiedi grigi, sotto palazzi grigi, ingrigiti da combustioni moderne e dalla smania di muoversi su auto prettamente grigie.
Strade, tante, bramose di cavalli e di vite. Il progresso ha le sue vittime, il loro sangue è si rosso, ma i necrologi, le lapidi….. Sommate i loro colori… avrete diverse tonalità di grigio.
La modernità ti “regala”, dietro contributo: pc, tv, cordless, cellulari, Ipod, notebook, cd, dvd, antenne per la tv, per la telefonia, gli elettrodotti, gli elettrodomestici... grigi.
Ricordo le montagne di discariche, grigie. Oggi ci sono gli inceneritori, dai fumi che tendono al grigio. Scommetto che anche le nano particelle sono grigie. Smog e fumo di sigaretta, grigi. A volte anche il cielo e il mare sono grigi. L’effetto serra è grigio. I politici sono grigi. Gli amministratori locali e le autorità, sono grigi.
Questo ritratto di Modernità, non riesco a farlo su tela. Non ho i colori che mi servono.
Datemi una telecamera, presto. Ma non la voglio digitale, troppo freddo è il digitale. Voglio la pellicola, calda e colorata. Voglio che la terra sia marrone come non mai. Bella e ingioiellata. Non data qua e là, per concessioni edilizie o per vezzo sui volti delle donne. Forza truccatori, dai che si gira. Voglio che l’acqua sia verde, azzurra, blu, fresca, buona da bere, pubblica e non privata, rispettata e non buttata. Voglio aria fresca e cielo terso. Voglio tutto il verde, arancione, giallo, rosa, possibile. Niente riflettori, userò il sole e la sua luce. Forza, giriamo questa fiction colorata. Ciack. Azione…….
Alt, alt… ma chi mi avete mandato? Queste sono comparse e pensano di essere attori. No. Voglio veri interpreti.

Robin W.

3 Comments:

At 11:55 AM, Anonymous Anonymous said...

La gente fa finta di niente e quello che tu scrivi, magari passa nella testa delle persone, ma allo stesso tempo scorre via.
E' una società strana, fatta di persone strane.

Ciao
Paolo

 
At 12:16 PM, Anonymous Anonymous said...

E' la fotografia di una relta'triste, che dobbiamo cambiare per lo meno per i nostri figli. E' tutto pero' talmente grigio che non so.....

ciao
Silvia

 
At 9:15 AM, Blogger ciotolina said...

eppure con un completo grigio faccio sempre la mia porca figura..

 

Post a Comment

<< Home